Corriere della Sera

31 dicembre 2016


COUTŪ giubbotti “arrugginiti” e vestiti increspati come cortecce

Il montone e la pelle dei giubbotti tamponati a mano sembrano corrosi dalla ruggine, i vestiti di maglia e camoscio imitano le crepe stilizzate delle cortecce. Si chiama COUTŪ la nuova linea di abbigliamento (sarà presentata al White) ispirata alle imperfezioni della natura. Nasce da un incontro inconsueto, quello tra Claudio Cutuli, imprenditore artista delle tinture che a Bevagna, in Umbria, sta aprendo una scuola per tramandare l’arte delle tinture naturali con ortica, sambuco, peperoncino, cipolla rossa di Tropea e Francesca Vaccaro, costumista della Rai oltreché moglie di Calo Conti. Capi asimmetrici, resi unici dalle lavorazioni artigianali, pensati per suscitare emozioni. (M.T.V.)